Sarà aperta fino al prossimo 6 gennaio 2015, la mostra dedicata al Pintoricchio, inaugurata lo scorso 6 settembre 2014. È stata scelta la Pinacoteca Civica, presso il Palazzo Comunale di San Gimignano per accogliere le opere del noto pittore umbro.
L’esposizione, intitolata “Pintoricchio. La Pala dell’Assunta di San Gimignano e gli anni senesi”, è promossa dal Comune, dalla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Siena e Grosseto, con la collaborazione dell’Arcidiocesi di Siena, Colle di val d’Elsa e Montalcino, la Fondazione Musei senesi e Siena Capitale Europea della Cultura 2019 – città candidata.
Il comitato scientifico dell’evento è invece formato da Cristina Acidini, Soprintendente per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze, Mario Scalini, Soprintendente i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Siena e Grosseto e Claudia La Malfa, docente dell’Università telematica internazionale Uninettuno.
Inoltre l’organizzazione è curata da Opera, società del Gruppo Civita, che dall’1 gennaio 2014 gestisce per l’Amministrazione Comunale i servizi di accoglienza e valorizzazione dei Musei civici di San Gimignano.
L’evento è davvero unico dal momento che è presente, tra le altre opere esposte, anche l’ultima grande pala del Pintoricchio, che rappresenta la Madonna in gloria tra i santi Gregorio Magno e Benedetto. L’opera risale al 1510-1512 ed è uno dei pezzi più pregiati fra quelli esposti.
Per l’occasione della mostra è stato anche realizzato un catalogo, edito da Giunti Arte Mostre e Musei. Per qualsiasi informazione sull’evento, potete visitare il sito web: http://www.sangimignanomusei.it