Nuovo appuntamento con la rubrica Onomastichiamo! alla scoperta dei significati dei nomi e delle figure dei santi ai quali dobbiamo gli onomastici!

9 Gennaio

Questo è il giorno dedicato a  Alessia Le Clerc, in religione madre Maria Teresa di Gesù (Remiremont, 2 febbraio 1576 – Nancy, 9 gennaio 1622). Verso i vent’anni si stabilì a Hymont, dove conobbe Pietro Fourier, parroco di Mattaincourt, che divenne il suo direttore spirituale. Emise il voto di castità e avviò un’opera per l’educazione delle fanciulle: nel giugno del 1596 aprì una scuola a Poussay e nella notte di Natale del 1597, insieme con quattro compagne, diede inizio a una nuova congregazione di religiose insegnanti. Le suore della congregazione aumentarono rapidamente di numero e poterono aprire scuole in tutta la Lorena e anche fuori. Il nome Alessia deriva dal greco Aléxios che significa “protettore, difensore”.

10 Gennaio

Questo è il giorno dedicato a  Sant’Aldo (circa VIII secolo). Poco o nulla si conosce di questo personaggio che la tradizione vuole eremita. La tradizione lo vuole carbonaio, una attività che poco si concilia con il concetto di eremita dei nostri giorni. Ma essa ben si sposa con la tradizione dei monaci irlandesi di san Colombano, che li voleva ritirati dal mondo per la contemplazione ma poi presenti con un lavoro concreto che permetteva loro di guadagnarsi da vivere con il sudore della fronte.
Il nome Aldo deriva dal longobardo ald che significa “vecchio”.

11 Gennaio

Questo è il giorno dedicato a  papa Igino (… – 142/149). Filosofo di origini ateniesi, nel suo breve papato istituì, secondo il Liber Pontificalis, gli Ordini minori e ordinò la gerarchia ecclesiastica, portando ad una più chiara distinzione degli incarichi tra presbiteri e diaconi e istituendo la figura del suddiacono. Secondo la tradizione si deve a lui l’istituzione della figura del padrino e della madrina nel battesimo.
Il nome Igino deriva dal greco ‘ygî-nos, latinizzato in Higinus, significa “prospero, integro, fausto”.