Se si parla di gastronomia, in Italia c’è proprio da sbizzarrirsi, sotto ogni punto di vista. Da nord a sud, da est a ovest, la Penisola sa di certo farsi rispettare in quanto a cibo. Se però all’Italia viene chiesto di scegliere una città che al meglio rappresenti la sua tradizione culinaria, tutto si complica. Ma il Belpaese l’asso nella manica ce l’ha. E questo asso parrebbe trovare collocazione in Emilia Romagna, a nord. La soluzione si chiama Parma, ed è una delle più famose città d’Italia, anche per quanto riguarda la storia e la tradizione italiana. E così la ‘Commissione nazionale italiana per l’Unesco’ ha candidato proprio la città emiliana come “Città creativa per la gastronomia”, un titolo che va a inserirsi nella Lista Unesco. Finora, nel lungo elenco si contano 69 città di 32 Paesi diversi. Parma sarebbe quindi la prima italiana a rappresentare la gastronomia del Paese.

Parte in questi giorni il negoziato internazionale, che si concluderà l’11 dicembre 2015, quando verranno resi noti gli esiti ufficiali della valutazione.