Ogni settimana su MindPress.it una puntata dello speciale dedicato al buddhismo in Italia

Reportage di Claudia Crocioni
Fotoservizio di Marco Izzo

Ad aprile 2015, dopo svariate ricerche in merito, io e il mio attuale compagno abbiamo deciso di recarci presso il monastero Santacittarama nel comune di Poggio Nativo in provincia di Rieti. Il nome del monastero letteralmente significa “Il giardino del cuore sereno”. Avevamo intenzioni differenti: l’uno, di compiere una sorta di reportage fotografico sulla vita dei monaci buddhisti e l’altra di appurare personalmente quanto fino ad allora avevo conosciuto tramite i soli testi accademici. Le prime comunicazioni con la comunità sono avvenute tramite e-mail, poi, concordate col monaco Mahapanyo le date del pernottamento, siamo giunti a destinazione.

L’associazione Santacittarama fu riconosciuta come Ente Religioso nel 1995 e fa parte dell’Unione Buddhista Italiana ma soprattutto è stato il primo monastero buddhista in Italia a seguire la tradizione Theravāda; essa costituisce quindi un importante punto di aggregazione soprattutto per le comunità Thailandese, Cingalese e Birmana del nostro Paese.
Nel monastero risiedono solo monaci al momento, tuttavia durante il nostro soggiorno abbiamo piacevolmente scoperto che a gestire i rapporti tra gli ospiti laici e i monaci era una donna thailandese, Giulia, la quale si occupava anche della dispensa e della cucina.

Ogni settimana, un momento della giornata tipica del Santacittarama su MindPress.it.